11 Aug 2020
Home / Posts Tagged "Torgiano"

Il Rubesco Riserva Vigna Monticchio di Lungarotti è il secondo miglior vino rosso d’Italia. A decretarlo oggi è la super classifica “Top 100” dei rossi italiani di Gentleman, il periodico di Class Editori, ottenuta dall’incrocio delle sei più autorevoli guide enologiche 2020 del Belpaese (Gambero Rosso, Vitae, Bibenda, Veronelli, Cernilli e Maroni). Il millesimo 2015, preso in considerazione dalla graduatoria, conquista così il secondo posto a pari merito con il Solaia 2016, entrambi preceduti dal Sassicaia 2016 che si piazza sul gradino più alto del podio.

Per il Rubesco Riserva Vigna Monticchio si tratta della terza medaglia consecutiva nelle ultime tre edizioni della Top 100 rossi italiani di Gentleman. Da nove anni consecutivi nella top ten e per 6 volte sul podio della speciale classifica nelle ultime 9 edizioni, Il Rubesco Vigna Monticchio (Torgiano Rosso Riserva DOCG) è prodotto da uve Sangiovese macerate sulle bucce per 15‐20 giorni. Maturato un anno in botte grande e in barrique e poi affinato vari anni in bottiglia, sorprende per la sua complessità e longevità che lo rendono un vino con una potenzialità di invecchiamento di oltre 50 anni. Esportato in 50 Paesi del mondo, proviene dal cru ‘Vigna Monticchio’, un vigneto di 12 ettari sulla sommità delle colline di Brufa a Torgiano, a circa 300 metri di quota.

In un vivace dialogo di continuità e contrasto con le collezioni di arti decorative dei Musei Lungarotti, il MUVIT e il MOO aprono le porte alla mostra dell’artista perugino Massimiliano MaMo Donnari.
Il percorso annovera ben 16 opere dislocate tra le sale dei due musei e si articola sul filo dell’ironia e dell’immaginazione. Si parte dal MUVIT, da Space General E.T. sorvolante sulle antiche anfore vinarie – opera da cui è tratto Wine General, immagine ufficiale della mostra nonché soggetto privilegiato per l’etichetta in edizione limitata di Rubesco Magnum 2017 – alla Fashion Queen che sovrintende alla vinificazione, passando attraverso il genio di Leonardo con Leo e U.S.A. La Gioconda. Il percorso prosegue al MOO dove ai Beatles (Abbey Road), Il Perugino e Louis Armstrong fanno eco i tre Generali (GeneraLEGO, Il generale della musica 2.0, Generale Chili Pepper) “mimetizzati” tra le macine olearie e Il Pirata emblematicamente esposto accanto della nave oneraria con carico oleario.

QUI le informazioni.

La Guerra del Sale è vivissima nella mente dei perugini. Ai tempi di Papa Paolo III, le genti lontane dal mare dovevano importarlo pagando tasse e gabelli. I perugini lo compravano dai senesi, a un prezzo conveniente, ma il Papa, ai territori che controllava, impose di acquistare quello di Ostia, a un prezzo maggiorato.

QUI le informazioni.

Simbolo di abbondanza, protezione e pace, sarà l’olio il protagonista dell’appuntamento organizzato da Lungarotti sabato 21 settembre in occasione della Giornata Internazionale della Pace. Si parte dalla tenuta di Torgiano con una visita guidata in cantina (ore 10.00), seguita da un mini corso sull’olio extravergine di oliva a cura dell’agronomo esperto del settore olivicolo-oleario, Angela Canale (ore 11.15). Dopo il pranzo, proposto con un tasting delle etichette Lungarotti presso L’Enoteca della cantina (ore 13.00), si aprono le porte del MOO-Museo dell’Olivo e dell’Olio per una visita tematica alle collezioni intitolata Luce e Pace: l’olivo nei miti e nelle religioni mediterranee (ore 15.30). La giornata si conclude con una merenda-degustazione a base di pane e olio presso l’Osteria del Museo (ore 17.00).

QUI le informazioni.

Sarà un duetto tra vino e musica il weekend di Lungarotti, protagonista da venerdì 13 a domenica 15 settembre all’edizione 2019 di Enologica Montefalco ma anche all’evento torgianese della 74^ Sagra Musicale Umbra (7-22 settembre) per il concerto d’archi del Quartetto Berlin-Tokyo (sabato 14 settembre).

QUI le informazioni.

Sarà Caccia alle stelle sabato 10 agosto al Museo del Vino di Torgiano (Muvit) con l’iniziativa della Fondazione Lungarotti in occasione di Calici di stelle nella notte di San Lorenzo. Infatti, il Muvit apre le porte per un’avventura serale (21.30-23.30) alla scoperta della volta celeste e della millenaria cultura del vino, in compagnia di Arianna e Dioniso tra coppe greche, corredi etruschi e ceramiche medioevali. Al termine del viaggio, appuntamento all’Osteria del Museo per un brindisi “stellato”. Un evento, quello del 10 agosto, che si aggiunge alle aperture serali del Museo per Vinarelli, la rassegna che dal 7 al 18 agosto animerà il borgo di Torgiano con musica, enogastronomia, arte e spettacoli.

QUI le informazioni.

L’artista invitato quest’anno dalla Pro Loco dell’antico borgo per l’opera permanente da collocare nel suo territorio è Alex Corno che ha proposto una sua scultura del 2003 in ferro intitolata Contrappunto.

Scultori a Brufa è nell’ambito della 51a edizione di Brufa in festa, che si tiene dal 23 agosto al 1° settembre 2019: stand gastronomici presso la Taverna, Tavernetta al Castello e Giardino del Vino, concerti di musiche varie e tanto altro.

In occasione della Giornata Internazionale della Donna, il MUVIT e il MOO propongono un rebus tra le collezioni museali che svelerà alle partecipanti quale figura femminile corrisponde alla loro personalità. Una visita quizzata in rosa per raccontare le protagoniste dei Musei: dee, muse ispiratrici, baccanti e artiste.

QUI le informazioni.

Nuovo marchio green per il Gruppo Lungarotti, con la certificazione assegnata in questi giorni dal ministero dell’Ambiente per il progetto VIVA – La Sostenibilità nella vitivinicoltura in Italia. All’azienda agricola Lungarotti, che ha aderito in modo volontario al progetto, è stata riconosciuta una corretta gestione sostenibile della propria organizzazione per tutti e 4 gli indicatori previsti dal disciplinare (territorio, aria, vigneto e acqua) dopo una serie di verifiche iniziate circa 2 anni fa. Lungarotti vanta 250 ettari di vigneto (tra la tenuta di Torgiano e quella di Montefalco, quest’ultima a produzione certificata biologica) per una produzione di circa 2,5 mln di bottiglie di vino l’anno.

 

Non solo vino ma anche Luci in bottiglia. È il laboratorio per i più piccoli proposto dal Museo del Vino di Torgiano (Muvit) in occasione di Cantine Aperte a Natale, l’evento del Movimento turismo del vino al quale Lungarotti aderisce dal 7 al 9 dicembre. Appuntamento quindi sabato 8 (ore 15.30) al Muvit, per realizzare illuminazioni natalizie. Venerdì 7 dicembre (ore 17.00) invece, presso l’Enoteca della Cantina Lungarotti a Torgiano la presentazione del libro “Circo(scritto)”, la raccolta di poesie e racconti di Daniele Lillocci legate al mondo rurale umbro (edizioni Morlacchi), in compagnia dell’autore, di Teresa Severini della famiglia Lungarotti, di Giuseppe Moscati, dottore di ricerca in Filosofia e Scienze umane, e di Jessica Cardaioli, redattore editoriale Morlacchi Editore. Per tutta la giornata inoltre, sarà possibile visitare la cantina su prenotazione (10.00-13.00 e 15.00-17.00).

QUI le informazioni.

  • 1