3 Apr 2020
Home / Posts Tagged "Perugia"

Anche Quindie (stagione di cantautorato) e Comìc Perugia (stagione di stand up comedy), entrambe sotto la direzione artistica di Matteo Svolacchia, aderiscono all’iniziativa #StayON movimento nato da live club e festival dell’intera penisola coordinato da “Keep On Live” per sostenere le donazioni agli ospedali e agli enti sanitari, mantenendo al contempo il proprio ruolo di fondamenta del sistema musicale. L’iniziativa si concretizza in una staffetta di eventi in streaming e raccoglie il mondo della musica (e non solo) attorno a un unico grande palco virtuale per riaccendere le luci sugli spazi culturali come luoghi di aggregazione e socialità e fonte di lavoro per migliaia di persone del nostro Paese.

Pagine Facebook https://www.facebook.com/quindie.it/https://www.facebook.com/comicperugia/

Questo il palinsesto delle dirette fino al 3 aprile

  • Lunedì 23 marzo Mattia Sayonara Rellini (Comìc Perugia)
  • Martedì 24 marzo Oumy&Maso (Quindie Festival)
  • Mercoledì 25 marzo Daniele “Boda” Rotella (Quindie Festival)
  • Giovedì 26 marzo Micol Fabiola Costa (Comìc Perugia)
  • Venerdì 27 marzo Ivan Talarico (Quindie Festival)
  • Sabato 28 marzo Saverio Raimondo (Comìc Perugia)
  • Domenica 29 marzo Apice (Quindie Festival)
  • Lunedi 30 marzo Nicola Campostori (Comìc Perugia)
  • Martedì 31 marzo Andrea Gioia (Quindie Festival)
  • Mercoledì 01 aprile Luca Ravenna (Comìc Perugia)
  • Giovedì 2 aprile Moderno (Quindie Festival)
  • Venerdì 3 aprile Ettore Giuradei (Quindie Festival)

L’arte senza limiti ai tempi dei social e delle nuove tecnologie: nel rispetto di #iorestoacasa si può vivere senza restrizioni #arteinquarantena. Questa la campagna con cui la Fondazione CariPerugia Arte a fronte della necessaria chiusura delle proprie strutture museali dovuta all’emergenza coronavirus intende proseguire nella sua opera di promozione della cultura, lanciando un messaggio di condivisione e offrendo ai visitatori virtuali la possibilità di trascorrere il proprio tempo in casa andando alla scoperta di un prezioso e variegato patrimonio artistico, in attesa della prossima mostra Raffaello in Umbria e la sua eredità in Accademia che verrà aperta a Palazzo Baldeschi una volta superata l’emergenza.

QUI le mostre visitabili.

Un turismo esperienziale slow, che si prende il tempo per rallentare, osservare e ammirare le bellezze della natura, dei borghi e delle città d’arte, particolarmente adatto anche alle giovani generazioni, per la sua componente pratica e attiva, avventurosa ma in piena sicurezza, e per la sua valenza educativa in grado di veicolare comportamenti propri di un corretto stile di vita in modo divertente e coinvolgente.

I quattro video raccontano, attraverso esperienze diverse, quattro luoghi dell’Umbria.

-Le Ciclovie dell’Umbria, Narni Otricoli – Percorso ciclabile delle Gole del Nera

-Trasimeno a cavallo

-Le ceramiche di Deruta, a real experience

-The sound of Perugia

Dopo aver registrato il tutto esaurito per Luca Ravenna e Michela Giraud, venerdì 13 marzo (ore 21.00) alla sala dei Notari di Perugia, il nuovo appuntamento con la stagione di stand-up comedy Comìc vedrà protagonista Saverio Raimondo.

Dopo il successo de “Il Satiro Parlante”, il suo spettacolo di stand-up comedy uscito su Netflix nel maggio scorso e distribuito in 190 Paesi, Raimondo torna infatti dal vivo con più di un’ora di materiale completamente nuovo e travolgente. Con la sua ironia politicamente scorretta e la sua naturale irriverenza, l’artista ridicolizza le ansie contemporanee, i costumi sessuali all’indomani del MeToo, la scena politica italiana e sé stesso; dalle molestie al populismo, dalla rabbia sociale al sesso orale, la satira di Raimondo fa ridere dove meno te l’aspetti, spingendo l’asticella sempre più su. Una comicità adulta per persone dotate di senso dell’umorismo, e alle quali Raimondo si rivolge in modo intimo e informale. Al termine dello spettacolo avrete gli addominali scolpiti dalle risate.

QUI le informazioni.

Più piante, meno luci. E’ questo lo slogan che guiderà, venerdì 6 marzo, a Perugia, l’edizione speciale del Piedibus del Ben Essere in occasione di M’illumino di Meno. Come negli anni precedenti, anche il PiediBus rinnova la propria adesione all’iniziativa lanciata dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di Radio2, che dal 2005 chiede agli ascoltatori di ripensare i consumi energetici, in nome di uno stile di vita sostenibile.

L’evento quest’anno invita non solo a spegnere le luci, ma anche a piantare un albero. Un albero fa luce. La proposta è infatti quella di piantare un arbusto, perché gli alberi sono macchine meravigliose per invertire il cambiamento climatico: Caterpillar chiede di piantare un tiglio, un platano, una quercia, un ontano o un faggio, oppure un rosmarino, un ginepro nano, una salvia, un’erica o una pervinca major, quindi tutto quello che si può piantare su un balcone.

Il Piedibus del Ben Essere il prossimo venerdì proseguirà il suo cammino negli spazi della città, sposando il tema proposto in questa edizione 2020. Durante il percorso non mancheranno soste laboratoriali con letture dedicate al rapporto tra uomo e natura e con un gesto simbolico, di messa a dimora di piante nutrici di bruchi nell’Angolo delle farfalle di Piazza Monteluce.

I partecipanti possono portare letture a tema, piantine, terriccio e attrezzi da giardinaggio. Il raduno di tutte le linee Piedibus è alle ore 20.45 in piazza Monteluce o alle 21.15 in piazza Fortebraccio, per proseguire poi verso la biblioteca San Matteo degli Armeni.

Silvia Buitoni presenterà il suo atteso libro sulle Madeleine del gruppo Facebook Dall’uovo alla coque al ragù: quando gli odori riportano alla mente le sensazioni di un qualcosa di meraviglioso che pareva dimenticato. Scienza e cucina vanno sempre a braccetto.

QUI le informazioni.

Il prossimo 5 marzo, l’Archivio di Stato di Perugia e l’Associazione Soroptimist International Club Perugia intendono ricordare, a qualche mese dalla sua scomparsa, la dott.ssa Clara Cutini, che ha svolto la sua lunga carriera presso questo Istituto, ricoprendo l’incarico di vicedirettore e poi direttore, e per essere stata Presidente del Club Perugia nel biennio 2004/2006. In questo ambito, verrà presentato il progetto Adotta un documento, iniziativa che si ispira a quelle analoghe promosse dagli Archivi di Stato di Genova e di Bergamo.

Lo scopo è quello di sensibilizzare il grande pubblico e, in particolare, la cittadinanza ai temi della tutela e della conservazione dei beni archivistici, invitandoli a contribuire al finanziamento di restauri conservativi, per la cui realizzazione saranno individuati restauratori qualificati e di provata esperienza.

È intenzione di questo Archivio di Stato individuare singoli documenti e serie archivistiche di particolare rilevanza storica che abbisognino dei necessari interventi finalizzati al contenimento dei danni causati dal tempo, dall’usura, dalla movimentazione, da agenti sia interni che esterni al materiale stesso, sia biologici che fisici. Il primo nucleo di documenti, oggetto di intervento, riguarda le carte della serie archivistica Ebrei, afferente all’archivio della Questura di Perugia.

Il Comune di Perugia, il Museo civico Palazzo della Penna, Munus Arts & Culture, con il supporto del GAL Trasimeno-Orvietano e la collaborazione organizzativa di Trasimeno in Dialogo e ARSCultura, accoglieranno dal 28 febbraio all’8 marzo 2020 il Progetto Donna vede Donna, composto da una mostra internazionale fotografica corredata da versi e da un incontro, in cui saranno dibattute tematiche al femminile che prenderanno spunto dalle presentazioni di libri riferiti all’universo delle donne.

Il Progetto Donna vede Donna, giunto al suo terzo appuntamento, sarà presentato a Perugia, venerdì 28 febbraio alle 17,30 presso il salone Apollo del Museo civico di Palazzo della Penna, le cui finalità progettuali sono quelle di descrivere, con foto e versi, le varie sfaccettature femminili e di mettere in risalto la dolcezza, la bellezza e la centralità sociale delle donne, aborrendo ogni forma di violenza.

Proseguono gli appuntamenti con QuIndie, la stagione di cantautorato organizzata da Occhisulmondo in collaborazione con Metanoia, Bad King, Numero Zero, Consultravel e Na Cosetta sotto la direzione artistica di Matteo Svolacchia. Domenica 23 febbraio protagonista del palco tra musica e parole sarà Simone Nebbia.

QUI le informazioni.

  • 1