20 Jan 2020
Home / Posts Tagged "mostra"

Chi può dire che la vita non sia la morte e la morte non sia la vita? La descrizione di un passaggio sconosciuto e sconvolgente in una dimensione che attraversa i mondi e scuote l’anima realizzato tramite una mostra d’arte contemporanea Artisti per Alina. L’iniziativa si svilupperà nei due luoghi che hanno segnato il percorso della sua breve vita: Spoleto–Forlì con l’istituzione del premio annuale ‘’Alina’’ ( in valore di 1000 /mille euro) conferito all’artista che produrrà l’opera più creativa e significativa su tale tema.

Le opere proposte e realizzate verranno esposte nello spazio espositivo dell’Oratorio San Sebastiano di Forlì, e a Spoleto in uno degli spazi espositivi del Sistema Museo, nel periodo da aprile-maggio 2020.

Per qualsiasi informazione si prega contattare: Sanda Sudor  – ideatore del progetto  tel: 0031 684804329 mail: sandasudorart@gmail.com.

progetto-ALINA-definitivo

Mostra collettiva di Luciano Ponti, Angelo Dottori, Franco Susta in una esposizione di opere artistiche, pittoriche, all’Auditorium Sant’Angelo in Piazza Umberto I dal 17 al 22 dicembre organizzata dal Comune di Bastia Umbra, Assessorato alla Cultura. 

Orari di apertura della mostra Percorsi d’artista all’Auditorium Sant’Angelo in Piazza Umberto I, Bastia Umbra: 10.30- 13.00/16.30-19.30.

Esposizione di documenti, manoscritti, libri, giornali, foto e oggetti personali dalle collezioni di Palazzo Sorbello, insieme ad alcuni cimeli della Seconda Guerra Mondiale gentilmente messi a disposizione dall’Associazione Italiana Residuati Reimpiegati WW2.

Introduce: Ruggero Ranieri (Presidente Fondazione Ranieri di Sorbello)

Interviene: Antonella Valoroso (The Umbra Institute)

Al termine della presentazione sarà possibile visitare l’esposizione e verrà offerto un aperitivo per il brindisi e i saluti di Natale.

Inaugura domenica 15 dicembre alle ore 17:00 la mostra Lightplain in cui verranno presentati gli ultimi lavori dell’artista Saverio Mercati, durante l’inaugurazione sarà presentata la mostra dalle storiche dell’arte Claudia Bottini e Antonella Pesola.

QUI le informazioni.

Al Museo Capitolare del Duomo di Terni va in scena la mostra per i centodieci anni del Futurismo 1909-1919 a cura di Domenico Cialfi. La mostra intende ricordare il movimento artistico e culturale del Futurismo che influenzò l’arte, la vita, la cultura, la letteratura, l’editoria di un certo periodo storico dell’Italia dell’inizio 900. L’esposizione sarà composta da una serie di opere, di immagini, di documenti del futurismo ed altro, anche inediti.

QUI le informazioni.

In un vivace dialogo di continuità e contrasto con le collezioni di arti decorative dei Musei Lungarotti, il MUVIT e il MOO aprono le porte alla mostra dell’artista perugino Massimiliano MaMo Donnari.
Il percorso annovera ben 16 opere dislocate tra le sale dei due musei e si articola sul filo dell’ironia e dell’immaginazione. Si parte dal MUVIT, da Space General E.T. sorvolante sulle antiche anfore vinarie – opera da cui è tratto Wine General, immagine ufficiale della mostra nonché soggetto privilegiato per l’etichetta in edizione limitata di Rubesco Magnum 2017 – alla Fashion Queen che sovrintende alla vinificazione, passando attraverso il genio di Leonardo con Leo e U.S.A. La Gioconda. Il percorso prosegue al MOO dove ai Beatles (Abbey Road), Il Perugino e Louis Armstrong fanno eco i tre Generali (GeneraLEGO, Il generale della musica 2.0, Generale Chili Pepper) “mimetizzati” tra le macine olearie e Il Pirata emblematicamente esposto accanto della nave oneraria con carico oleario.

QUI le informazioni.

La mostra vuole evidenziare, attraverso foto e versi, come le donne vedono altre donne e le loro molteplici sfaccettature al femminile. Si vuole, altresì, mettere in risalto la dolcezza, la bellezza e la centralità sociale delle donne, aborrendo ogni forma di violenza.

QUI le informazioni.

Il POST riaprirà finalmente le sue porte al pubblico con l’inaugurazione della nuova mostra sensoriale interattiva Un inverno bestiale. Strategie animali per sopravvivere al freddo, esposizione sostenuta dal Comune di Perugia e patrocinata dalla Regione dell’Umbria e dalla Provincia di Perugia. Il percorso è stato realizzato con la preziosa collaborazione della Galleria di Storia Naturale di Casalina del CAMS – Centro di Ateneo per i Musei Scientifici Università degli Studi di Perugia che, oltre alla consulenza scientifica, ha fornito gli animali che saranno in esposizione, svolgendo così un ruolo fondamentale nel riallestimento degli spazi museali.

  • 1