30 Oct 2020
Home / 2019 / novembre

Fabrizio Plessi è considerato uno dei pionieri della video arte in Italia e sicuramente il primo ad aver utilizzato il monitor televisivo come un vero e proprio materiale fin dagli anni Settanta, dentro cui a scorrere è un flusso inarrestabile di acqua e di fuoco digitale. Venerdì 6 dicembre a Palazzo Collicola Fabrizio Plessi dalle ore 17.30 racconterà della sua esperienza umana e artistica, della sua visione dell’arte e del futuro dell’arte.

QUI le informazioni.

Un ricco calendario di appuntamenti  nel centro storico cittadino e in  tante location: oltre alla  Tensostruttura in Piazza Mazzini, il Cinema Teatro Esperia, l’Auditorium Sant’Angelo, il Polo Giontella, la Biblioteca comunale, Costano e Ospedalicchio e tanti altri luoghi della città. Durante il giorno intrattenimento, musica, letture, giochi, laboratori per bambini e adulti in collaborazione anche con la Biblioteca, la Ludoteca e Sistema Museo. I laboratori con le associazioni del territorio non saranno solo un momento creativo ma anche di condivisione sociale. Promozione di una cultura musicale che è anche festa e divertimento per la valorizzazione dei musicisti locali. Dal mercoledì alla domenica, la sera nella tensostruttura e negli esercizi aderenti all’iniziativa apericene e musica live.

QUI il programma.

Spazio alla danza il prossimo 5 dicembre (ore 21.15) al Teatro Lyrick di Assisi con “La vie en rose… Boléro”. Nell’ambito della stagione Via col venti arriva infatti un titolo di punta che registra incredibili sold out tra le coreografie simbolo del Balletto di Milano. Il primo atto è composto da La vie en rose, un lavoro ironico e nostalgico, gioioso, emozionante, sulle più belle canzoni francesi che è valso ad Adriana Mortelliti il Premio Rieti Danza come miglior coreografa. I testi poetici sono magistralmente interpretati dai danzatori nelle suggestive pieces che raccontano storie di tutti i giorni.

QUI le informazioni.

Quinto appuntamento con Campanili Vivi, progetto promosso dal Comune di Vallo di Nera, finanziato dalla Regione Umbria con risorse del Mibact e realizzato in collaborazione con la Fondazione Perugia Musica Classica onlus. Domenica 1 dicembre, alle 16, il “Centro Sociale” della Frazione di Ceselli a Scheggino ospiterà il concerto di Un Mondo Sacro e Profano, progetto nato dall’incontro artistico tra due gruppi musicali tra i più innovativi e particolari dell’odierno panorama musicale italiano: Soqquadro Italiano, fondato nel  2011 a Bologna da Claudio Borgianni e da Vincenzo Capezzuto, e Teatraktis Percussioni. Un viaggio musicale dal barocco, con rielaborazioni da Antonio Vivaldi e J.S. Bach, fino alla musica contemporanea di Steve Reich, Giovanni Sollima, passando attraverso sonorità elettroniche create da Claudio Borgianni.

Grazie al tour di Ballate per Uomini e Bestie l’inedito concerto-spettacolo di Vinicio Capossela, ispirato all’omonimo album pubblicato il 17 aprile scorso, fa tappa anche in Umbria. Appuntamento a Perugia lunedì 9 dicembre (ore 21) nel suggestivo scenario del Teatro Morlacchi. I biglietti in vendita, anche online su TicketOne, stanno per terminare e quindi si consiglia l’acquisto in prevendita. Capossela, accompagnato da una banda di musicisti di straordinario talento, condurrà il pubblico in un viaggio attraverso un medioevo fantastico fatto di bestie estinte, creature magiche, cavalieri erranti, fate e santi. Il nuovo tour teatrale toccherà, oltre che Perugia, le principali città italiane, da ottobre a dicembre.

QUI le informazioni.

Domenica 1 dicembre alle ore 21.30 al cinema Metropolis di Umbertide arriva A beautiful noise between light and shade, lo speciale minitour di sei date dei Giardini di Mirò in cui la band emiliana, vera e propria leggenda della musica indipendente italiana, divide il palco con il leader dei Sophia Robin Proper-Sheppard.
QUI le informazioni.

Nasce con più anime: pizzeria, caffetteria, pre-dinner e after-dinner, il Copper 23, un nuovo locale che aprirà i battenti a Magione (in Viale Umbria 23) oggi alle ore 18.00. Il nome non è casuale, ma è ispirato alla destinazione originaria della struttura: copper, in inglese rame, storicamente era infatti una rameria; 23 è il numero civico, ma anche un chiaro richiamo alla smorfia romana, perché possiede un significato che da sempre aiuta l’audacia. Nonostante i numerosi legami con il passato, la nuova attività prende forma dall’iniziativa di due giovani fratelli, Lorenzo e Michele Panìco. L’idea è quella di offrire una valida alternativa nel panorama locale, in grado di raggiungere e affascinare una vasta clientela puntando sugli invidiabili prodotti del territorio e soprattutto sulla qualità, Copper si avvarrà infatti delle più importanti aziende enogastronomiche locali.

Dal 30 novembre il Perugia Social Film Festival torna ogni mese proponendo, in collaborazione con il Postmodernissimo, una selezione delle migliori e più recenti opere di cinema del reale, accompagnate e presentate dagli autori. PerSo per PerSo – è questo il titolo della rassegna – nasce dalla volontà di dare continuità alla presenza e alle attività del festival creando un ponte tra un’edizione e l’altra. La scelta del film di apertura non poteva che cadere sull’ultimo lavoro di Giovanni Cioni, girato nella Casa Circondariale di Perugia Capanne, alla cui realizzazione ha contribuito anche il PerSo. Non è un sogno verrà proiettato in prima nazionale sabato 30 novembre alle ore 21.30 al cinema Postmodernissimo. Saranno presenti il regista, la troupe che ha realizzato le riprese, la produttrice e distributrice Manuela Buono (Slingshot Films) e alcuni dei detenuti protagonisti, oggi in libertà o affidati ai servizi. Coordina la serata Luca Ferretti, direttore artistico del PerSo – Perugia Social Film Festival.

Rafforzare l’alfabetizzazione ai media, in generale, e al cinema, in particolare, e formare gli spettatori del presente e del futuro dando loro la possibilità di relazionarsi con registi e montatori di fama nazionale. Con queste finalità nasce il progetto Cin-Eu, finanziato dal bando Cinema per la scuola – buone pratiche, rassegne e festival pubblicato congiuntamente dai ministeri MIUR e MIBAC, e realizzato dal cinema Esperia e dal cinema Zenith con le scuole secondarie di secondo grado di Perugia e Assisi. Sono state tre le scuole coinvolte: il Liceo Properzio di Assisi, il Liceo Pieralli e l’Istituto d’arte Bernardino di Betto di Perugia, legate ai cinema di zona Esperia di Bastia Umbra, Zenith di Perugia. Due i film sui quali stanno ultimando il lavoro: Fiore gemello (Italia, 2018), regia di Laura Luchetti e montaggio di Paola Freddi e Bangla (Italia, 2019), regia di Phaim Bhuiyan e montaggio di Roberto Di Tanna.

Apre a Perugia Numero Zero, ristorante e centro polifunzionale, progetto dell’Associazione RealMente, in collaborazione con la Fondazione La Città del Sole – Onlus, che ha l’ambizione di scatenare un autentico senso d’appartenenza anche per chi è stato messo a margine. Si tratta di un’attività senza fini di lucro, tutti i proventi saranno utilizzati per dare sostenibilità al lavoro dei dipendenti e per finanziare le attività dell’Associazione, che dal 2016 crea progetti socio culturali per persone con disabilità psichica e mentale attraverso diversi mezzi, tra cui il cinema, la radio e, da questo giovedì, il cibo. Sarà un luogo aperto, un vero e proprio centro culturale dove si alterneranno nel corso dell’anno eventi, musica, rassegne di cinema, incontri e laboratori. Al centro di tutto ci sarà il ristorante, dove il 50% del personale di cucina e sala sarà costituito da ragazzi in carico ai Servizi psichiatrici territoriali. Numero Zero aprirà, dopo un lavoro di restauro e adeguamento realizzato anche grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e della Brunello Cucinelli S.p.A., nel cuore di Borgo XX Giugno, in via Bonfigli 4/6, uno dei quartieri più vissuti del centro storico cittadino.

  • 1